Triphala

Triphala è una medicina principale dell’ antica medicina Ayurvedica. Ayurveda è una delle scienze antiche che si basa sulla percezione dell’armonia fra il corpo umano e l’universo, e dell’universo come microcosmo e macrocosmo. Il corpo umano (microcosmo), come l’universo (macrocosmo), è composto di cinque elementi basici-terra, acqua, fuoco, aria e spazio, i quali sono ancora divisi in tre cattegorie: kapha (terra e acqua), vata (aria e spazio) e pitta (fuoco e acqua). Le malattie sono il resultato dell’imbalancio fra gli elementi compositivi del corpo e il clima,toxini, le diete sbagliate e lo stile di vita. L’erbe aiutano a pulire e a ristabilizzare il bilancio nel corpo. Esistono più di 7000 erbe, descritte in Ayurveda. Per ottenere il risultato migliore, ci sono prescritte formule. Triphala è una delle magiche combinazioni che aiutano a rimettere il corpo in bilancio, a riggiovanirlo e a pulirlo.

Triphala è una combinazione che consiste dagli estratti di frutta viz, uva spinose d’India( Emblica Officinalis), frutta secca d’India (Chebulic myrobalans) e mirabolano Bellerico (Terminalia Belerica).
Le uve spinose d’India che Triphala contiene sono un antiossidante naturale e antibatterico, contengono 80 % d’acqua con proteine, carboidrati, fibre, minerali e vittamine. Contengono acido dell’aglio, un forte antiossidante che combatte gli funghi e vari virus. Le uva spinose d’India combattono pure le cellule cancerogene, senza distruggere quelle sane e sono ideali contro albuminoria e diabete. Esse contengono la vitamina C e reducono la pressione e il colesterolo.

Un altro ingrediente di Triphala – Frutta secca d’India (Chebulic myrobalans) è nominata pure nel antico Sanskrit, e simbolizza la gioventù (vayas-anni stha-equilibrio). Il frutto contiene tannina (24-32%), acido di cipolla, corilagine e acido dell’aglio. Acido di cipolla è hepatoprottetivo ed è antidiabetico e un tranquilizzatore naturale. Esso combatte gli emorroidi, stabilizza i reni e combatte l’eucrrea.

Bacche di Acai.

Mirabolano Belerico (Terminalia Belerica), il terzo constituente di Triphala, simbolizza, secondo l’antico Sanskrit, quello che è imune alle mallatie. Esso ammorbidisce le feci impattate nel retto e allevia la costipazione cronica. Combatte l’insomnia, sete eccessiva e le infezzioni in generale. E’ un anti-asmatico e anti-spasmodico e fa bene agli occhi. Le gocce per gli occhi da Triphala sono usate per trattare la conjunctività e altre mallatie degli occhi. Beleric contiene vari tripenoidi come acido bellerico, sitosterole, saponin glycoidi bellericoside e bellericanin. Altri ingredienti sono polipenoli (acidi gallici,flavanano,lignano) e lignani( termilignan, flavano, anolignano). I lignani combattono il virus HIV,malaria e i funghi. Belerica reduce hypercholesterolemia nei conigli e aiuta ai reni e al cuore. L’efetto epatoprottetivo è dovuto all’acido gallico.

 

Similar Posts:

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply